domenica 20 luglio 2008

La sessualità dei bambini

Ieri sera, ad una grigliata a casa di amici, una nostra amica, insegnante in una scuola elementare, di famiglia ha raccontato che, durante la ricreazione, una bambina di 7 anni ha abbassato i pantaloni di un ragazzino e ha preso il suo uccello in bocca.
Non paga, ha raccontato anche di un'altra sua allieva, sempre di 8 anni, che ha "imitato" un rapporto sessuale in classe su un banco con un compagnetto con tanto di "colonna sonora".
Da lì è partita una profonda e seria discussione, con toni anche molto accesi, su quello che si doveva fare se ci si trovava davanti a questa scene: la nostra amica, insieme alle sue colleghe insegnanti, era impietrita.
Un mio amico sosteneva che lo svluppo sessuale dei bambini ormai è anticipato di molto da tutta una serie di fattori esterni e che, Froid alla mano, non bisogna avere dei comportamenti da vetero-cristiano o da morale cattolico-laica e che bisogna far vivere ai bambini la loro sessualità in modo "libero".
Io invece sostenevo che se il bambino ha certi comportamenti probabilmente li ha mutuati da un altro ambiente e visto che il bambino non ha morale ma solo il concetto del "fa bene-fa male" ha visto che i comportamenti del genere facevano bene e li ha ripetuti in un altro ambiente. Il problema PER ME sorge nel capire DOVE li ha appresi: se li ha appresi in casa, con dei genitori "disattenti" mentre si scambiavano effusioni, può anche starmi bene in teoria, ma se li ha appresi in un altro modo o in un altro contesto, sia esso un film porno, un ragazzino più grande o qualcos'altro, mi chiedo le persone che noi riteniamo preposte al loro controllo (genitori, insegnanti, GRANDI in generale) dove cacchio stavano guardando in quel momento.

La maggior parte delle persone, inutile dirlo, ci dava addosso in maniera stupefacente dicendoci che eravamo dei maiali, che non capivamo niente, che non era possibile che la pensassimo così.
Allora davvero sono un pervertito?

1 commento:

Derfel ha detto...

Secondo me e anche secondo Rosa hai pienamente ragione....gli altri forse hanno la mente troppo piccola e affollata da stupidaggini e luoghi comuni per capire...spero che Giulia non troverà mai insegnanti cosi....